Blog della Tradizione Cattolica Apostolica Romana

mercoledì 7 gennaio 2015

ROMA FELIX Editoriale di don Aldo Rossi



Carissimi fedeli,amici lettori,

La Provvidenza ha scelto Roma per espandere il Regno di Nostro Signore Gesù Cristo.Se guardiamo l'insegnamento dei Papi e in particolare quello di Leone XIII e di Pio XI, il Signore si è servito di due segni per far crescere il Regno di Cristo : la Croce e il Sacro Cuore sormontato dalla stessa Croce.I due segni risalgono a due apparizioni diverse:all'imperatore Costantino il 28 ottobre del 312 e a santa Margherita Alacoque il 27 dicembre 1673. La Provvidenza si è servita del primo segno per iniziare la società Cristiana nei primi tempi del Cristianesimo dopo le terribili persecuzioni dei primi tre secoli e del secondo, possiamo dire, per ricostruire la Cristianità nei tempi moderni. Ecco le parole di Leone XIII riprese dal papa Pio XI nell'enciclica Miserentissimus Redemptor del 1928. Allorchè la Chiesa in sul nascere era oppressa dal giogo dei Cesari, apparve in alto una croce, auspice a un tempo e autrice della splendida vittoria che seguì. Or eccovi dinnanzi agli occhi anche oggi un segno faustissimo e divinissimo, vale a dire il Sacratissimo Cuore di Gesù, che porta su di sè la croce rilucente tra fiamme di splendidissimo candore. In esso dobbiamo collocare ogni speranza, da esso domandare ed aspettare la salvezza.


Questo testo ci mostra l'importanza capitale che la devozione al Sacro Cuore per l'individuo e per la società dei nostri tempi. Questa devozione, spiegò santa Margherita, a padre Croiset,è come l'ultimo sforzo, dell'amore di Dio il quale voleva fare partecipi gli uomini, di questi ultimi secoli, della sua amorosa redenzione per sottrarli all'impero di Satana desiderosi di portarli alla rovina e metterci sotto la dolce libertà dell'impero del suo amore (lettera a P.Croiset, 15 sett. 1689).E' noto come il Re di Francia Luigi XIV rinunciando di mettere sul vessillo e sulle armi il simbolo del Sacro Cuore, come invece aveva fatto l'imperatore Costantino con la Croce sulle sue insegne militari, fece cadere la Francia sotto l'impero di Satana con la rivoluzione francese del 1789 precisamente cento anni dopo come predetto da Nostro Signore. In questo Natale più che mai dobbiamo chiedere a Nostro Signore con grande desiderio e fiducia di venire a regnare nella nostra anima, nelle nostre famiglie e nelle nazioni. Quel piccolo Bambino nella grotta di Betlemme come ci dice la liturgiia natalizia è il "Principe della Pace" che ci mostra facendosi piccolo quanto ci ama, quanto è grande il suo Sacro Cuore. Solo Gesù "Luce del mondo-dice un pio autore-potrà illuminare efficacemente le intelligenze oppresse dalle invadenti tenebre dello scetticismo", Egli solo "Uomo dei dolori" saprà guarire le volontà infrollite dal desiderio del piacere, Egli solo "Principe di Pace", riuscirà a mitigare questo odio di classe, ed attenuare questi sordi antagonismi che dividono ancora popoli e nazioni, minacciando di compromettere un'altra volta la pace dell'umanità (poichè è uno degli effetti di questa devozione di riunire i cuori divisi e pacificare le anime).

Chiediamo al Cuore Immacolato di Maria di rifugiarci nel Cuore di suo Figlio e di mettere tutta la nostra fiducia in questi due Cuori. Consacrate le vostre famiglie al Sacro Cuore e al Cuore Immacolato di Maria e tanti auguri di un santo Natale e di un anno ricco di grazie e favori del cielo.

Note 
1) A proposito della consacrazione della Russia al Cuore Immacolato Nostra Signora parlò nel 1931 a sr Lucia dicendo: "Fa
te sapere ai miei ministri, dato che seguono l'esempio del Re di Francia ritardando l'esecuzione del mio ordine,che essi lo seguiranno nella sventura."
2) Autore anonimo del libretto Manete in dilectione mea.

1 commento:

  1. 2 grandi Papi Leone XIII e di Pio XI, molto fervorosi per far crescere il regno di Gesu' nell' antica Roma, Cattolica Apostolica e Romana, la devozione al Sacro Cuore di Gesu' e molto importante, ( che ci ha lasciato anche delle promesse) il Padre Celeste ci ha voluto dare il suo amore per la seconda volta, il primo andato male per la caduta di Adamo e Eva, e cosi nel suo immenso amore per le sue creature, per la salvezza della nostra anima, e per i tempi che stiamo vivendo, ha mandato suo figlio, che chiunque crede in lui non perisca, ( credete in me, e in colui che mi ha mandato ) purtroppo pero' nel XXI secolo, molte creature si sono fatte sedurre dal mondo, dalle passioni mondane, e non fanno piu' un cammino verticale verso il cielo, mettendo in pratica i precetti divini, i 10 comandamenti, i sacramenti lasciati dal maestro Gesu', ma fanno un cammino orizzontale sulla terra, non mettendo in pratica gli insegnamenti lasciati dal Maestro divino, rischiando di perdersi l' anima eternamente
    SIA LODATO GESU' CRISTO

    RispondiElimina

I commenti contenenti linguaggio sgradito, insulti , con contenuti a sfondo razzista , sessista ed intolleranti saranno cestinati dall'amministratore del blog che si riserva il diritto di scegliere quali commenti possono essere pubblicati.

Questo sito internet è un blog personale e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001


Realizzazione siti web - www.webrex2000.com